Il sistema turistico calabrese ha registrato negli ultimi venti anni un notevole incremento delle affluenze, registrando una crescita del 231% rispetto al 1990, maggiore di quello registrato nelle altre regioni del Mezzogiorno e dell'intera Italia.

Il territorio calabrese è stato, nel corso della storia, sede e scenario di varie civiltà culturalmente evolute. Si ritiene che i segni di tali insediamenti siano, ad oggi, soltanto parzialmente venuti alla luce. L’aumento dei flussi turistici si è realizzato in maniera spontanea facendo perno sul mare, la sua risorsa naturale più importante e attrattiva. A fronte dei miglioramenti registrati nel lungo periodo in termini di presenze, persistono fattori che limitano fortemente lo sviluppo del comparto.

Con la Deliberazione n. 40 del 4 febbraio 2019, la Regione Calabria ha adottato la scelta strategica di rafforzare il sistema dell'industria culturale e creativa per aumentare il turismo culturale e di prossimità con le aree interne, anche in collegamento con i flussi balneari.

In questo contesto culturale, risulta necessario individuare nuove tecnologie e metodiche di rilevamento che favoriscano l’individuazione del patrimonio culturale ad oggi sconosciuto. Per quanto riguarda, invece, i siti ed i ritrovamenti già disponibili, risulta necessario acquisire tecnologie adatte alla ricostruzione fedele e alla conservazione.

Il patrimonio archeologico “a cielo aperto” è soggetto agli agenti atmosferici. Questo, da un lato, ne condiziona la fruibilità in alcuni periodi dell’anno, stagionalizzando gli accessi, dall’altro provoca un naturale danneggiamento.

Le soluzioni a questo problema, attualmente disponibili, sono mutuate dall’edilizia tradizionale e poco si prestano quindi, sia dal punto di vista funzionale che estetico. Individuare materiali e tecnologie innovative che garantiscano una migliore protezione e possibilmente anche un’indipendenza energetica ai siti archeologici, potrebbe essere estremamente utile e sfidante. È auspicabile, inoltre, realizzare strutture e itinerari culturali che siano dotate delle tecnologie assistive necessarie a renderli fruibili dalle persone con disabilità.

Open

Pubblicazione: 19-12-2019
Tipologia Procedura: Pre commerciale (PCP)
Proponente: Regione Calabria
Appaltante: Regione Calabria

Altri fabbisogni

SOLUZIONI PER LA FORMAZIONE E IL SUPPORTO AI RESPONSABILI DEGLI APPALTI DI INNOVAZIONE

Agenda Digitale e Smart Communities

fabbisogni
SOLUZIONI PER LA FORMAZIONE E IL SUPPORTO AI RESPONSABILI DEGLI APPALTI DI INNOVAZIONE

Sviluppare strumenti e metodi per costruire le competenze necessarie ai funzionari responsabili di appalti di innovazione, e sviluppare i servizi di supporto alla conduzione delle gare.

Pubblicazione: 05-12-2018
Proponente: AGID

LEGGI DI PIÙ
MOTORE PREDITTIVO PER LA GOVERNANCE DELLA SMART LANDSCAPE

Agenda Digitale e Smart Communities

fabbisogni
MOTORE PREDITTIVO PER LA GOVERNANCE DELLA SMART LANDSCAPE

Sviluppo di un motore predittivo in grado di rappresentare il comportamento del sistema non lineare complesso Smart Landscape, in funzione dell’introduzione di nuove tecnologie, nuovi servizi o nuovi processi.

Pubblicazione: 06-12-2018
Proponente: AGID

LEGGI DI PIÙ
UN MOTORE DI RICERCA PER PIATTAFORME DI OPEN INNOVATION PROCUREMENT

Agenda Digitale e Smart Communities

fabbisogni
UN MOTORE DI RICERCA PER PIATTAFORME DI OPEN INNOVATION PROCUREMENT

Sviluppo di una soluzione per la correlazione “automatica” delle challenge pubblicate nelle piattaforme di open innovation pubbliche e private

Pubblicazione: 30-04-2019
Proponente: Agid, Soresa, Regione Campania

LEGGI DI PIÙ